home_page

Ansia, i metodi per ritrovare la calma

La maggior parte delle persone sperimenta, almeno una volta nella vita, uno stato d’ansia. Si tratta di episodi di paura, spesso immotivata, caratterizzati da tachicardia, sudorazione improvvisa, tremore, sensazione di soffocamento o di dolore al petto. Piccoli accorgimenti possono aiutare a placarne i sintomi e a ritrovare la calma.

Respirare lentamente – Durante le crisi il respiro tende ad accelerare in risposta a una sensazione di “mancanza d’aria”. Fare respiri lenti e regolari, inspirando con il naso ed espirando con la bocca, aiuta a riprendere il controllo del proprio organismo. Gli esperti suggeriscono d’inspirare contando fino a 5, mantenere l’aria per un secondo, quindi espirare lentamente contando fino a 4. Fare una pausa di due secondi e poi ricominciare, fino al momento in cui ci si rende conto di essersi calmati.

Rilassamento muscolare – Anche tendere i vari muscoli del corpo e poi rilassarli aiuta a contrastare gli attacchi d’ansia, perché allenta la tensione. Gli esperti consigliano di partire dai piedi e di arrivare fino alla fronte, irrigidendo un muscolo alla volta. In particolare, suggeriscono d’inspirare e tendere un muscolo per alcuni secondi, poi rilassarlo mentre si espira.

Vivere nel presente – Le crisi d’ansia spesso si verificano quando “si pensa troppo”. Analizzare eccessivamente le conseguenze di un evento, può portare a lasciarsi sopraffare da preoccupazioni catastrofiche, immaginando di andare incontro a situazioni impossibili da fronteggiare. Concentrarsi sulle azioni da compiere nel presente aiuta a riprendere il controllo della situazione. Se ciò non bastasse, potrebbe essere utile rivolgersi a uno psicoterapeuta.

Pianificare gli imprevisti – Chi soffre d’ansia e deve affrontare un evento che lo intimorisce, dovrebbe “prepararsi per tempo”. Per esempio, chi deve parlare in pubblico o sostenere un colloquio di lavoro, potrebbe elaborare un discorso e predisporre risposte “brillanti” per le domande che eventualmente potrebbero essergli rivolte.

Attività fisica – Praticare sport aiuta a ridurre lo stress e stimola la produzione di endorfine – neurotrasmettitori dotati di proprietà analgesiche simili a quelle provocate dalla morfina -, che alleviano la sensazione di malessere.

Assumere caffè con moderazione – Chi soffre d’ansia non dovrebbe bere troppi caffè. Un eccesso di caffeina, infatti, potrebbe innescare o peggiorare i sintomi di una crisi.

Consapevolezza – La conoscenza di ciò che sta succedendo aiuta a superare gli attacchi d’ansia. Capire che i sintomi sperimentati non sono associati a una grave malattia, ma sono frutto di una stimolazione dell’amigdala che provoca una scarica di adrenalina, aiuta a ritrovare la calma.

Farmaci – Quando gli altri rimedi non hanno avuto effetto, il medico può prescrivere alcuni medicinali per controllare l’ansia, come ansiolitici, antidepressivi e farmaci beta-bloccanti. Questi ultimi non agiscono direttamente sui sintomi primari che accompagnano la crisi, ma ne placano i segni fisici, come il tremore e la tachicardia.

0 comments on “Ansia, i metodi per ritrovare la calmaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *